• Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
Defabianis Onoranze Funebri a Biella

Tel. 01527478
Cell. 3481023992

L' Azienda

l azienda

Felice Defabianis è il titolare - insieme alla figlia Paola ed al genero Fabrizio - dell’impresa di onoranze funebri più antica di Biella, la “Defabianis” appunto, che venne costituita nel 1926 da Mario, che aveva ampliato l’orizzonte dell’azienda di trasporti con sede in quella che oggi è Piazza Primo Maggio a Biella. Felice ricorda ancora i funerali fatti coi cavalli. Davvero altri tempi.


“Eravamo una famiglia di Chiavazza - racconta - e l’impresa era la nostra vita. Purtroppo, nel 1943, papà morì d’infarto e ci trovammo mia mamma Ida, io, che avevo solo 10 anni, e mia sorella di cinque anni più vecchia, a sostenere la baracca”.


Mamma Ida Biasetti ha cresciuto i figli all’ombra dell’impresa: lavoro ce n’era per tutti. La Defabianis era conosciuta e rispettata.
Nel 1947 nacque una nuova società che ebbe casa in via Italia, prima della piazza di San Cassiano, società che andò avanti per circa un lustro; poi Felice si prese la sua autonomia e andò ad aprire in via Repubblica, dove ancora oggi la Defabianis ha sede: di fronte al Tribunale a due passi dall’ospedale e dall’obitorio. Qui, l’azienda è andata avanti fino agli anni Ottanta, quando, insieme ad altri soci nacque Ifab: ma dal maggio 2010 Felice Defabianis è tornato da solo con la sua tradizione e la pienezza di un’attività condotta nel segno della serietà e della sobrietà.


“Ci siamo sempre distinti - confida il titolare - per la nostra professionalità, ma anche per l’impiego di attrezzature all’avanguardia e soprattutto per l’onestà dei nostri servizi”.

DEFABIANIS

Argomenti non secondari, quando si tratta materia umana delicata come la sofferenza delle persone e il loro bisogno di consolazione in momenti tristi come la dipartita di un proprio congiunto.


A dare continuità all’impresa arriva nel 1991 anche la figlia Paola. “Era mancata nonna Ida - confida Paola Defabianis - e papà mi ha introdotto negli affari di famiglia. Avevo neanche vent’anni e non sapevo bene come destreggiarmi, ma con l’aiuto constante, continuo e prezioso di papà ho imparato a gestire un funerale nel solco del nostro “saper fare”. Allora le persone che ci conoscevano venivano o chiamavano, ma il loro punto di riferimento era Felice. Il mio primo servizio fatto, come dire, da sola, è stato per una persona che era seguita da due sorelle al Belletti Bona. Andò tutto bene. Da allora è stato un crescendo di responsabilità”.

 

Dal 2003, dopo il matrimonio, anche Fabrizio Ciarletti è entrato nell’attività famigliare a dare sostegno al suocero Felice e alla moglie Paola e, con loro, c'è il primo figlio di Fabrizio, Alberto, che ha 28 anni.

 

 

IMPRESA FUNEBRE

“Quel che è certo – osserva Felice, seduto negli uffici di via Repubblica – è che il modo di fare e di vivere un funerale in settant’anni è cambiato molto.

Dai cavalli che trainavano il carro funebre, alle Cadillac attrezzate di tutto punto, fino alle Mercedes e, oggi, alle limousine, che hanno il vantaggio di poter ospitare i parenti più stretti direttamente nell’abitacolo che dispone di cinque posti”.

 

Un modo, questo, per dire che anche un’impresa funebre deve stare al passo coi tempi e tener conto di come cambiano il costume sociale e le necessità.

 

“Adeguare i mezzi a disposizione e ampliare la gamma dei servizi è sempre stato un nostro obiettivo – spiega Paola Defabianis –, tant’è che oggi siamo in grado di affrontare ogni dettaglio di una pratica delicata com’è quella del funerale per una famiglia colpita dal lutto: dal rapporto col Comune a quello con il sacerdote, dai materiali all’illuminazione per non parlare dell’allestimento della camera ardente e dei dettagli della cerimonia.

 

La gente, anche in questi frangenti, desidera da un’impresa funebre serietà ed onestà, potersi affidare con fiducia. Vuole cose vere e non illusorie. E noi continuiamo a darle da quasi novant’anni nello stile Defabianis”.

La ricerca del meglio e della qualità è l’altro anello che completa la catena dell’attività di onoranze funebri nel terzo millennio. E così Defabianis offre assistenza come nel caso della scelta della procedura di cremazione, con la garanzia professionale data dall’Icrem - Istituto della cremazione e dispersione delle ceneri -, ma si mette a disposizione per esempio anche per dare un aiuto per affrontare la burocrazia legata alla reversibilità della pensione e via discorrendo.


Guardare avanti, nella tradizione. Questo è il motto Defabianis che, proprio in virtù di un anelito di miglioramento d’impresa, oggi sta valutando l’ipotesi di realizzare una Casa funeraria nella zona del cimitero urbano di via Piacenza. “Si tratterà di una sorta di obitorio privato - spiegano Paola e Fabrizio Ciarletti - dove le famiglie in lutto potranno ricevere parenti, amici e conoscenti in maniera riservata.

 

In Lombardia si tratta di servizi già operativi da tempo, in Piemonte la legge è appena stata varata”. E la Defabianis non lascia correre il tempo, è pronta a riqualificare la propria attività così come fece negli anni Trenta del secolo scorso: dai cavalli ai veicoli a motore. Quando fu subito un successo!

Share by: